Bolzano il Turismo incontra l’Agricoltura: quasi 100 progetti presentati

fonte: La Voce del Nord Est (leggi articolo originale)

Quasi 100 tra progetti, iniziative e idee su come potenziare la cooperazione turismo-agricoltura sono stati presentati nell’ambito della terza edizione del concorso “Turismo incontra agricoltura”. Dall’Alto Adige sono arrivate 48 proposte.

Rafforzare e sostenere la collaborazione tra due grandi comparti economici, il turismo e l’agricoltura, è da anni una delle priorità della Giunta provinciale, che allo scopo ha istituito anche il concorso “Turismo incontra agricoltura”. Nel 2013 è giunto alla terza edizione, la seconda allargata a tutto l’Euregio. Fino allo scorso 2 agosto era possibile presentare idee di cooperazione, progetti e iniziative da Alto Adige, Trentino e Tirolo. “Le proposte presentate sono state 98, e sicuramente vi saranno alcune idee valide per promuovere questa collaborazione”, commenta il presidente della Provincia Luis Durnwalder, competente per l’agricoltura.

Il concorso era aperto a privati, imprese, Comuni, associazioni, istituzioni e scuole. Dall’Alto Adige sono arrivati 48 progetti, spetterà ora a una giuria di esperti esaminare tutte le iniziative e scegliere i vincitori del concorso, che prevede un montepremi di 6mila euro. La cerimonia di presentazione dei progetti premiati è prevista a fine ottobre nell’ambito della Fiera Hotel 2013 a Bolzano.

Attivato il servizio di assistenza tecnico-sanitaria gratuita per apicoltori

fonte: l’Adigetto.it (vedi articolo originale)

Nel corso degli ultimi anni, l’apicoltura trentina, così come quella del resto d’Europa, sta vivendo un momento di profonda crisi.
Numerose sono le cause delle morie e degli spopolamenti all’interno degli apiari, con ingenti danni alle colture derivati da mancata o ridotta azione di bottinamento e quindi di impollinazione.

La causa primaria di questa situazione, insieme all’inquinamento e all’utilizzo di pesticidi nocivi alle api, sono le numerose patologie che colpiscono questa specie di insetti.
Nel quadro degli interventi che sono stati adottati a più livelli per fronteggiare il fenomeno si inserisce, a partire dal mese di aprile, il servizio di assistenza tecnico-sanitaria, rivolto a tutte le aziende apistiche operanti sul territorio provinciale, istituito e promosso dal Dipartimento di prevenzione dell’APSS, in collaborazione con le associazioni apicoltori.

Il servizio si fonda su una stretta correlazione fra gli interventi di carattere propriamente sanitario, terapeutici e preventivi e l’implementazione di tecniche apistiche appropriate per controllare e prevenire le patologie e salvaguardare il patrimonio apistico trentino.
In questa ottica sono stati coinvolti un medico veterinario, cui è affidato il coordinamento del servizio, e una rete di esperti apistici presenti sul territorio che operano, per la risoluzione delle problematiche di carattere tecnico, all’interno delle aziende apistiche trentine che ne fanno richiesta.

La collaborazione fra queste diverse figure professionali permetterà di realizzare interventi pratici, svolti direttamente in apiario (assistenza agli apicoltori, promozione delle buone pratiche di allevamento propedeutiche al mantenimento di un elevato standard sanitario degli allevamenti) e incontri di formazione degli apicoltori in aula e sul campo.
Il servizio di assistenza tecnica è servizio gratuito e può essere richiesto da tutti gli apicoltori operanti sul territorio provinciale contattando i recapiti sulla pagina.

 

 

Bio Val Venosta lancia mele in vassoio di legno

fonte ansa.it ( vedi articolo originale )

Bio Val Venosta lancia una confezione dei prodotti che è una sorta di guida al consumo informato: il nuovo packaging racchiude, in un vassoio in legno, 6 mele biologiche di varieta’ differenti.

Inizialmente il prodotto sarà reperibile solo in negozi selezionati della piccola distribuzione del Trentino Alto Adige. Oltre a frutti di diverse varietà, sul fondo del vassoio saranno descrizioni in tre lingue sulle caratteristiche di ciascuna mela e sul loro utilizzo migliore. A completare la confezione ci sara’ una brochure, che darà la possibilità di conoscere le 10 varietà più note di mele corredata da un ”gustometro” che identifica le mele, dalla più dolce alla più’ aspra. A partire da questa stagione anche 13 varietà di mele Bio Val Venosta si fregeranno denominazione IGP, ovvero l’indicazione geografica protetta.

“Future IPM in Europe”, un successo. Trentino Alto Adige regione al top per la difesa verde

fonte: teatronaturale.it ( vedi articolo originale )

Ha chiuso i battenti, a Riva del Garda, con grande successo per il numero dei partecipanti e l’interesse degli argomenti trattati, il convegno internazionale “Future IPM in Europe” sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, organizzato dalla Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige in collaborazione con il Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg. Seicento i partecipanti, cento in più del previsto.
La conferenza ha permesso di riunire per la prima volta a livello europeo tutti gli attori coinvolti nell’implementazione della direttiva sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. E’ stata un’occasione per favorire la comunicazione tra ricerca, industria, legislazione, consulenza e mondo dei produttori. Ed è chiaro che la direttiva velocizzerà l’adozione a livello europeo della difesa integrata favorendo l’innovazione e la sostenibilità in agricoltura.

Il Trentino Alto Adige si pone tra le regioni europee più all’avanguardia per l’innovazione, la sicurezza e qualità dei prodotti alimentari ed il rispetto per l’ambiente. E la Fondazione Edmund Mach, con il suo impegno nella ricerca di bioagrofarmaci, metodi di confusione sessuale e selezione di varietà resistenti, è uno dei centri di ricerca europei maggiormente impegnati su questo fronte.
I temi che maggiormente hanno attratto l’attenzione sono stati l’adozione dei piani d’azione nazionale, le tecniche e i prodotti alternativi ai principi attivi di sintesi contro insetti, malattie e nematodi, le attrezzature innovative per ridurre la deriva, gli indici di rischio e i modelli di analisi, il biocontrollo e la progettazione di aziende con concetti innovativi e l’introduzione dell’informatica nell’azienda.
I ricercatori si sono dati appuntamento tra un paio d’anni per verificare i progressi ottenuti dopo l’adozione della direttiva.
L’evento è organizzato nell’ambito del Progetto europeo “PURE – Innovative crop protection for sustainable agriculture” a cui hanno aderito importanti organizzazioni come l’International Biocontrol Manufacturers’ Association (IBMA), International Organisation for Biological Control (IOBC), la Network of Excellence ENDURE. E’ stato messo in evidenza come l’utilizzo di prodotti fitosanitari di sintesi chimica sia in continua riduzione in Italia. Dati alla mano della FAO, dal 2007 al 2010 l’uso di insetticidi in Italia è calato del 20% e quello dei fungicidi del 14% grazie all’introduzione di tecniche di monitoraggio di patogeni e parassiti e la razionalizzazione dell’applicazione dei trattamenti. L’obiettivo futuro dell’Europa è aumentare questa tendenza proteggendo i cittadini e l’ambiente da ogni possibile rischio legato all’uso di molecole di sintesi. Al tal fine, a recepimento della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l’azione comunitaria, ai fini dell’utilizzo sostenibile dei prodotti fitosanitari è stato emanato il Decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150. Il decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari. In particolare prevede la definizione di un Piano d’Azione Nazionale che definisce gli obiettivi, le misure, le modalità e i tempi per la riduzione dei rischi e degli impatti dell’utilizzo dei prodotti fitosanitari e promuove lo sviluppo e l’introduzione della difesa integrata e di metodi di produzione o tecniche di difesa alternativa, mantenendo al contempo una produzione sostenibile ed elevati livelli di qualità.

C.S.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi