Sapri, riapre l’orto sociale di via Campesina

fonte: Giornale del Cilento (vedi articolo originale)

Riapre i battenti, dopo quasi tre anni dalla chiusura, l’orto sociale di via Campensina. Domenica 5 maggio, in occasione della giornata internazionale della permacultura, la rete associativa Laboratorio31 ha ricominciato a «seminare, coltivare e preparare un grande orto per tutta la cittadinanza».

Un passo indietro Si tratta di un orto in zona Santa Croce a Sapri rimasto chiuso per 3 anni, dopo neanche un mese dall’inaugurazione. In pratica, a fine settembre 2010 una squadra di operai dipendenti del Comune di Sapri fece irruzione all’interno dell’orto di via Campesina devastando tutto, comprese le attrezzature, «utilizzando metodologie affini ad atti di puro vandalismo, tra l’altro devastando i vasi che contenvano le piante ed eradicando gli alberi allocati». Questo, nonostante tra la rete Laboratorio 31 e l’allora amministrazione comunale fossero in atto precise trattative per giungere ad accordi destinati a definire la gestione dell’area.

La rinascita Così, dopo che la nuova amministrazione ha restituito ai giovani  l’area dell’orto sociale, il gruppo si è rimboccato le maniche, ha ripulito l’area abbandonata ricostruendolo secondo i principi della tecnica sinergica, illustrata da Pino Castelluccio, e ha ridato linfa a un sogno. «Ricominciamo con la volontà di intraprendere un percorso – fa sapere su Facebook Lab31 – con tutte quelle persone che sono interessate ad accudire questo bene comune. ComincLaiamo insieme a discutere delle opportunità di gestire insieme un orto per progetti didattici e e sociali».

Mozzarella di bufala sul piede di guerra

fonte: informatoreagrario.it ( vedi articolo originale  )

I produttori della mozzarella di bufala dop entrano sul piede di guerra e minacciano di «abbandonare la produzione di mozzarella dop dal 1° luglio» se non saranno apportate modifiche alle norme che impongono ai caseifici di allestire stabilimenti separati per la mozzarella dop, che deve essere prodotta con solo latte di bufala, rispetto a quelli per la produzione di ricotta e altri prodotti caseari, realizzata con normale latte vaccino.
La decisione è contenuta in una lettera di protesta che sarà inviata nelle prossime ore al Mipaaf, alle Regioni interessate e alle Commissioni agricoltura del Parlamento. La missiva è stata redatta e firmata dai componenti del cda del Consorzio di tutela della Mozzarella di bufala e dai soci.

Riflessione sull’economia rurale

Tratto da casertanews.it (vedi articolo originale)

AGRICOLTURA | Caserta- Rappresenterà il settore Agricoltura della Provincia di Caserta. Il delegato del presidente Domenico Zinzi, l’assessore Stefano Giaquinto, giovedì 21 marzo alle ore 10.30 parteciperà al convegno “La nuova economia rurale per custodire la terra”. La riflessione a più voci, organizzata dall’Acli Terra, si terrà nella sala della Biblioteca del Seminario Vescovile di via Duomo di Caserta. Un seminario promosso in preparazione della XXXV Giornata Nazionale della Vita, e più nello specifico della terza edizione del Festival della Vita. Con l’assessore Giaquinto, prenderanno parte all’incontro Don Nicola Lombardi, direttore Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Pietro” di Caserta; Alfonso Pascale, esperto in sviluppo rurale e Michele Zannini, Presidente Nazionale Acli Terra.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi