Vittoria. Termina lo sciopero della fame.

A

Riceviamo e con grande piacere divulghiamo le notizie positive provenienti da Vittoria. Allo scoccare del 15° giorno di sciopero della fame, grazie ai segnali positivi di questi giorni provenienti dal governo nazionale e oggi da quello regionale siamo lieti di informarvi che i tre scioperanti della fame Maurizio Ciaculli Tonino Messinese e Gaetano Malannino, dichiarano chiuso lo sciopero della fame e da oggi assumeranno cibo regolarmente. Il presidio di piazza del Calvario resterà sempre, anche se è chiuso ufficialmente lo sciopero della fame…

Incontro in Senato. Intervento di Gianni Fabbris in diretta.

Servizio TGR Basilicata

All’indomani dell’incontro che, il 18 dicembre 2012, una delegazione di agricoltori, provenienti dalle aree di crisi meridionali, ha con la Commissione Agricoltura del Senato, il TGR Basilicata manda in onda il seguente servizio nell’edizione serale delle ore 19:30 a partire dal minuto 06:24. In diretta dagli studi di Matera il portavoce nazionale di Altragricoltura Gianni Fabbris.

La Commissione Agricoltura del Senato ha concluso le attività pubbliche della legislatura in una audizione di tre ore con noi: domattina illustriamo i risultati a Matera

Delegazione di Altragricoltura alla Commissione Agricoltura del Senato
Delegazione di Altragricoltura alla Commissione Agricoltura del Senato

Giovedì 20 dicembre ore 9.30 – Saletta delle Conferenze della provincia di Matera
La commissione Agricoltura del Senato ha concluso i lavori pubblici della legislatura incontrandoci per tre ore in audizione
Il prossimo parlamento dovrà ripartire da li: affrontare la crisi delle campagne. Ache in Basilicata e Puglia saremo di nuovo in strada ed al Parlamento senza permettere più alibi

 

In conferenza stampa a Matera Fabbris e gli altri partecipanti lucani alla audizione renderanno pubblici i documenti assunti e la convocazione della nuova fase di mobilitazione nelle aree rurali che attraverserà la prossima campagna elettorale.

Fonte Giornale di Ragusa

Sciopero della fame. Ciaculli crolla a terra

Vittoria – Consiglio comunale aperto sui temi dell’agricoltura. Nuovo appuntamento sotto la serra di piazza Calvario. Stavolta, però, non immune da polemiche e senza le presenze che sarebbe stato lecito attendersi. Solo in quattordici hanno risposto all’invito del presidente Salvatore Di Falco e, nell’aula improvvisata, il capogruppo del movimento “Azione Democratica”, Giovanni Lombardo ha fortemente criticato le modalità con cui è stata condotta l’iniziativa.

In aula i toni si sono accesi ed i tre agricoltori che da dieci giorni stanno attuando lo sciopero della fame non hanno gradito le modalità. “Penso che le polemiche dovevano restare fuori da quest’aula – ha detto Malannino – e potevano tranquillamente svolgersi in altro luogo ed in altra data. Oggi, c’era un solo punto all’ordine del giorno”.

Polemiche a parte, in aula i consiglieri erano troppo pochi per permettere l’approvazione dell’atto. Di Falco ha sospeso la seduta, riconvocandola un’ora dopo. E l’ordine del giorno è stato approvato.

In mattinata, poi, uno dei tre agricoltori aveva accusato un crollo ed era stato trasportato in ospedale. Maurizio Ciaculli si era alzato di buon mattino ed ha perso i sensi. In ospedale è stato soccorso e gli sono state praticate delle flebo. I medici avevano disposto il ricovero, lui ha rifiutato e, dopo alcune ore, è tornato alla tenda.

La sera precedente, Ciaculli aveva ricevuto la notizia del successo del figlio nelle selezioni di Castrocaro che si erano svolte al teatro comunale. Una gioia ed un’emozione che hanno avuto, esse pure, un ruolo predominante.

Intanto, si sta componendo la delegazione che martedì, dalle 14 alle 16, sarà ricevuta a Roma dalla Commissione Agricoltura del Senato. Malannino, Ciaculli e Messinese attedneranno sotto la serra. Intanto, si pensa già alla possibilità che altri prendano il loro posto, nello sciopero della fame. Lunedì sarà l’undicesimo giorno di sciopero della fame. I tre sono ormai al limite. Ed i rischi cominciano a diventare troppo alti.

Fonte Il Giornale di Ragusa

10° giorno di sciopero della fame: Maurizio Ciaculli accusa un malore

10 giorno di sciopero della fame: Maurizio Ciaculli, uno dei 3 produttori agricoli di Vittoria in sciopero della fame è stato ricoverato stamane. Le sue condizioni non sono buone ma nonostante questo continua a rifiutare l’assunzione di alimenti! Bisogna far presto. La Regione Sicilia si affretti ad aprire un tavolo di trattativa!! Martedì audizione con la Commissione agricoltura del Senato.

Cartabellotta non ferma lo sciopero della fame. Domani consiglio nella serra di piazza Calvario

CartabellottaVittoria – Nono giorno di sciopero della fame. Dopo l’arrivo dell’assessore regionale Tano Malannino, Tonino Messinese e Maurizio Ciaculli continuano la loro azione di protesta. Hanno rifiutato l’invito di Cartabellotta a sospendere lo sciopero della fame. La protesta prosegue. Ad oltranza. E quella tenda di piazza Sei Martiri, piazza Calvario, diventa il simbolo della battaglia del mondo agricolo del meridione.

“Non mangiamo da giorni per denunciare la crisi”

La protesta a Vittoria
La protesta a Vittoria

VITTORIA (RAGUSA)- Sono accampati in una grande tenda in piazza Sei Martiri a Vittoria da ormai otto giorni. Quello di Gaetano Malannino, presidente di Altragricoltura, Tonino Messinese e Maurizio Ciaculli assomiglia a un vero e proprio martirio. Non mangiano da otto giorni per attirare l’attenzione regionale e nazionale sulla grave crisi che sta attraversando l’agricoltura e tutti gli operatori del settore. Hanno il volto segnato dalla fatica e dalla stanchezza fisica. Un’enorme tenda è ormai la loro casa, le stufette sempre accese per combattere il freddo e tanta acqua e tè per tirare avanti.

Sciopero della fame,oggi arriva Cartabellotta Fabbris incontra la Commissione Agricoltura

Tano Malannino e Tonino Messinese mentre si sottopongono a controlli medici
Tano Malannino e Tonino Messinese mentre si sottopongono a controlli medici

Vittoria – Stanno bene. Resistono dopo otto giorni di sciopero. Il presidio medico allestito dall’Asp controlla costantemente le loro condizioni di salute. E oggi Tano Malannino, Tonino Messinese e Maurizio Ciaculli riceveranno la visita dell’assessore regionale all’agricoltura Dario Caltabellotta. Cartabellotta arriverà al presidio di protesta degli imprenditori agricoli di Vittoria alle 15,30. Saranno presenti alcuni parlamentari ragusani (Giorgio Assenza, Orazio Ragusa), mentre Pippo Digiacomo, impegnato a Palermo, ha fatto pervenire un suo messaggio ed ha telefonato a Malannino.

6° giornata dello sciopero della fame. Stamattina la riunione della giunta comunale al presidio

Gianni Fabbris a Vittoria
Gianni Fabbris a Vittoria

11 dicembre 2012 –  Accanto alla tenda è stata ultimata la costruzione di una piccola serra, simbolo della produzione ortofrutticola della fascia trasformata e, nello specifico, luogo di ritrovo e assemblea. I tre produttori agricoli in sciopero della fame sono ancora lì, a piazza Calvario a Vittoria, da giovedì sera. Dal mattino alla sera incontrano rappresentanti della comunità ipparina e ricevono solidarietà. Questa mattina, nella serra accanto alla tenda, si è pubblicamente riunita la giunta comunale: il sindaco e gli assessori hanno lavorato prima all’ordinario e poi hanno discusso una delibera che riguarda le misure per sostenere l’agricoltura.

ITALIA dei VALORI Nazionale e locale sostengono lo sciopero della fame dei produttori agricoli di Vittoria

Agricoltura: IDV sostiene lo sciopero della fame dei produttori agricoli “La nostra solidarietà e il più completo appoggio dell’Italia dei Valori va alla battaglia che stanno affrontando i produttori agricoli di Vittoria che, con il sostegno di Altragricoltura e del suo Presidente nazionale Gaetano Malannino, hanno proclamato lo sciopero della fame per protestare contro la Regione Sicilia e contro il Governo italiano che hanno abbandonato il settore agricolo e lo stanno condannando ad una lenta e sicura morte”. Lo dichiarano l’on. Ignazio Messina, Responsabile Nazionale Agricoltura dell’Italia dei Valori e Capogruppo IdV in Commissione Lavoro ed il Segretario IdV per la Provincia di Ragusa, Giovanni Iacono.

Sciopero della fame degli esponenti di Altragricoltura, Nicosia invita l’ASP a monitorare costantemente la loro salute

 

Presso la serra presidio di Vittoria
Presso la serra presidio di Vittoria

Vittoria, 10 Dicembre 2012 – Il sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, ha inviato al Commissario straordinario dell’ASP 7 di Ragusa, Angelo Aliquò, e al direttore sanitario dell’Ospedale “Guzzardi” di Vittoria, Giuseppe drago, una lettera per invitarli a tenere costantemente sotto controllo le condizioni di salute di Gaetano Malannino, Maurizio Ciaculli e Tonino Messinese, i tre esponenti di Altragricoltura che da quattro giorno effettuano in Piazza Calvario, a Vittoria, uno sciopero della fame per chiedere provvedimenti governativi contro la crisi in atto nel comparto agricolo.

Solidarietà e Condivisione delle lotte di Altragricoltura

Pubblichiamo il comunicato stampa inoltrato dalla segreteria regionale del Prc Sicilia per esprimere solidarietà e sostegno alla mobilitazione che in questi giorni sta coinvolgendo la comunità di Vittoria nonchè la Sicilia tutta.

Ricordiamo a quanti ci seguono che tre produttori agricoli: Gaetano Malannino, Tonino Massinese e Maurizio Ciaculli sono in sciopero della fame da lunedì 6 dicembre 2012 per protestare contro la politica della Grande Distribuzione penalizzante per un intero comparto.

I tre continueranno ad oltranza fino a quando non saranno ricevuti dal Ministro delle Politiche Agricole, Mario Catania.

Il Commissario Straordinario della Provincia di Ragusa, Giovanni Scarso, ha portato la sua solidarietà ai tre produttori agricoli di Vittoria

Solidarietà di Scarso ai produttori di Vittoria
Solidarietà di Scarso ai produttori di Vittoria

Il Commissario Straordinario della Provincia di Ragusa, Giovanni Scarso, ha portato la sua solidarietà ai tre produttori agricoli di Vittoria che da ieri in una tenda piantata in Piazza Calvario hanno avviato lo sciopero della fame per chiedere al Governo Nazionale provvedimenti legislativi di salvaguardia delle aziende agricole in modo da sottrarsi “all’abbraccio mortale della Grande Distribuzione”.

“Il nostro territorio vive di agricoltura – ha detto Scarso ai produttori Gaetano Malannino, Maurizio Ciaculli e Tonino Messinese che hanno cominciato lo sciopero della fame – e c’è l’esigenza di difendere le nostre produzioni e il lavoro dei produttori agricoli che sono la catena più debole e più tartassata della filiera”.

2° giorno dello sciopero della fame: stremati e arrabbiati, i produttori si organizzano in iniziative eclatanti.

Raccolta firme
Raccolta firme

7 dicembre 2012 –  A Vittoria coltivatori e produttori iniziano a manifestare un disagio che rasenta la disperazione. Stremati e arrabbiati, i produttori si organizzano in iniziative eclatanti: da ieri sera il presidente nazionale di Altragricoltura Gaetano Malannino e altri due iscritti, Tonino Messinese e Maurizio Ciaculli sono in sciopero della fame.

Vittoria: inizia lo sciopero della fame di produttori agricoli per manifestare contro la gdo

Il comparto agricolo è di nuovo sul piede di guerra. Da qualche anno, nonostante la forte crisi, il settore era rimasto piuttosto tranquillo perché tutto sommato il guadagno era accettabile. Ma in questi ultimi giorni il crollo improvviso dei prezzi dei prodotti agricoli ha fatto scattare immediatamente la molla della protesta nel Vittoriese, centro agricolo per eccellenza dotato di un mercato ortofrutticolo dal quale ogni mattina partono sul gommato tonnellate di primizie destinate ai mercati del Nord, dove le stesse vengono vendute a prezzi sicuramente superiori.

Vittoria, il Pd vicino ad Altragricoltura

Il Partito Democratico di Vittoria esprime il proprio plauso e la propria vicinanza alle due iniziative di lotta sull’agricoltura in corso di svolgimento. La prima attiene ad Altragricoltura, per lo sciopero della fame che stanno conducendo i suoi rappresentanti, in piazza Sei Martiri. La seconda, si riferisce al gruppo spontaneo di produttori agricoli che, davanti al Mercato ortofrutticolo e in altre zone della provincia, stanno effettuando una raccolta di firme per protestare per la grave crisi del comparto.
Il segretario del PD vittoriese Salvatore Di Falco, in rappresentanza degli iscritti e dei militanti, si è recato presso i due presidi a manifestare solidarietà e sostegno. Frattanto, invita i propri compagni di partito a fare altrettanto.
Il tema della crisi dell’agricoltura è decisivo per le sorti del nostro territorio. Per queste ragioni il PD di Vittoria sceglie di sostenere queste iniziative e non si farà promotore di manifestazioni analoghe. Proprio perché il timore che un argomento così scottante ed attuale possa essere turbato dalle strumentalizzazioni partitiche. Ecco perché il PD invita tutte le altre forze politiche del territorio a dare sostegno a queste iniziative e auspica l’unità della lotta in una collegiale azione di protesta.
Solo se i partiti sosterranno questa iniziativa si potranno raggiungere risultati forti ed efficaci. Poste queste premesse, il PD comunica che non parteciperà all’iniziativa promossa dal Movimento democratico territoriale. Il PD invita il Movimento a rinunciare alla propria iniziativa proprio perché in questo momento storico-economico le uniche voci di protesta che debbono giungere, ai governi, regionale, nazionale ed europeo, non sono quelle dei partiti o movimenti ma solo ed esclusivamente quelle dei produttori e degli operatori del mondo agricolo.
I partiti, quindi, hanno solo il compito di sostenere la protesta ed interessare i loro referenti politici, a tutti i livelli. Affinché questa battaglia possa raggiungere prima possibile e in maniera più efficace gli interlocutori giusti.

Fonte Radio RTM

Agricoltura, sciopero della fame di produttori a Vittoria

VITTORIA – Iniziato lo sciopero della fame ad oltranza a Vittoria per alcuni produttori agricoli che protestano contro la politica della Grande Distribuzione penalizzante per un intero comparto. L’organizzazione sindacale Altra Agricoltura scende in campo per avviare una battaglia a tutto campo e il segretario nazionale Gaetano Malannino, insieme ad altri produttori, Tonino Massinese e Maurizio Ciaculli hanno avviato da oggi lo sciopero della fame perché vogliono essere ricevuti dal ministro delle Politiche Agricole Mario Catania.  

Rassegna stampa: Corriere di Sicilia: http://www.gds.it/gds/edizioni-locali/ragusa/dettaglio/articolo/gdsid/227826/

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi