Centinaia di trattori ad Altamura – No ai Consorzi sanguisughe Sì alla Riforma

Invito alla stampa
(info: Gianni Fabbris 3466483882 – Mimmo Viscanti 3393433438)

Nei prossimi giorni centinaia di trattori, decine di sindaci e le comunità pugliesi invaderanno la murgia
“Consorzi di Bonifica: togliamoci dalle spalle il peso dei carrozzoni. Bonifichiamoli!”
E’ l’ora della Riforma! E’ l’ora di riprenderci il futuro! E’ l’ora del Riscatto delle nostre campagne!

Giovedì 24 Gennaio ore 11 al Comune di Altamura conferenza stampa di presentazione
La stampa è invitata

Giovedì 24 Gennaio al Comune di Altamura conferenza stampa di presentazione della manifestazione per chiedere iniziative urgenti sui consorzi di bonifica di Puglia e per presentare la lettera aperta ad Emiliano ed al Ministro Centinaio per la Difesa e il rilancio dell’agricoltura mediterranea.

La mobilitazione indetta dopo mesi di iniziative e incontri fra sindaci, associazioni e agricoltori è stata decisa il 14 gennaio scorso durante l’affollata e partecipata assemblea tenuta nel Comune di Poggiorsini. Su invito del Sindaco di Poggiorsini Michele Armienti per conto della Rete dei Municipi Rurali, erano presenti i Sindaci di Poggiorsini, Altamura, Gravina in Puglia, Spinazzola, Santeramo e Minervino Murge. L’assemblea, affollata di molti agricoltori e cittadini (come peraltro sono state le tante altre tenute in diverse aree della Puglia nelle settimane scorse), convocata dal Movimento Riscatto, dalla Rete dei Municipi Rurali e dal Tavolo Verde Puglia, ha discusso e adottato la piattaforma di rivendicazione per la giornata del 31 gennaio prossimo che prevede tre principali obiettivi; due sui Consorzi di Bonifica (ormai una vera vergogna civile e un enorme problema per il mantenimento delle nostre aziende sul territorio): la richiesta alla Regione Puglia dell’annullamento di tutte le cartelle emesse senza che vi siano riscontri di servizi comprovati e la sospensione immediata di tutte le procedure esecutive contro i cittadini e le aziende che stanno contribuendo a mettere in ginocchio l’agricoltura produttiva pugliese insieme alla richiesta di un’azione di Riforma efficace dei Consorzi di Bonifica rivolta sia al Governo Regionale che al Governo e al Parlamento Nazionali (che hanno una competenza fondamentale nel definire il quadro delle norme in cui le Regioni e i consorzi operano) per garantire trasparenza, tutela del territorio, efficienza dei servizi.
La risoluzione di questo problema è, però, solo una delle emergenze che stanno gravando sulle imprese agricole e sulle comunità rurali di Puglia e del Mezzogiorno e il terzo obiettivo della manifestazione del 31 è quello di lanciare la proposta di aprire un dibattito e un confronto regionale sulla necessità di una svolta profonda nelle scelte del modello agricolo in Puglia e nell’Area Mediterranea. “Non è possibile continuare ad inseguire le emergenze. Il Presidente Emiliano deve assumere la Consapevolezza del ruolo e della funzione dell’Agricoltura Pugliese per il mantenimento civile delle aree rurali e del tessuto economico del Mezzogiorno. Serve una visione del futuro ed un progetto per l’Agricoltura di questo Paese dentro cui garantire che la nostra agricoltura mediterranea sia davvero il motore di una fase economica e sociale positiva” ha sostenuto Gianni Fabbris che del Movimento Riscatto è coordinatore nazionale sottolineando come la manifestazione del 31 gennaio con epicentro Altamura è solo la prima tappa di un percorso che punta a coinvolgere le regioni meridionali, il Parlamento e il Governo in un confronto sulla Nuova Riforma Agraria di cui abbiamo urgenza e Bisogno.
La manifestazione del 31 prevede la partecipazione di centinaia di trattori, di decine di sindaci con i gonfaloni e di numerosi cittadini, partirà dalle ore 8 e si concluderà alle 17 al Palazzetto dello Sport di Altamura.
Sono stati invitati il Presidente Emiliano e il Ministro Centinaio cui verrà inviata nei prossimi giorni la lettera aperta annunciata in assemblea.
Fra le iniziative previste nella giornata vi è un Atto pubblico dei Sindaci che, coordinati dal Sindaco di Altamura Rosa Melodia e da Alessio Valente Presidente del Tavolo dei Sindaci della Rete dei Municipi Rurali, approveranno e adotteranno documenti di impegno dei Comuni dell’Area e delibere di richiesta alla Regione Puglia e al Governo Nazionale.

La stampa è invitata alla conferenza stampa di presentazione in cui interverranno sindaci e rappresentanti dei movimenti e organizzazioni che sostengono l’iniziativa.
Durante la Conferenza stampa verranno diffusi documenti e divulgati dettagli sullo svolgimento della giornata di mobilitazione.
_________________________________________________________________________

Questo l’invito del Sindaco di Poggiorsini ai sindaci anche a nome della Rete dei Municipi Rurali sulla cui base si è tenuto l’incontro che ha convocato la manifestazione del 31 gennaio ad Altamura.

Poggiorsini, 9 gennaio 2019

Preg.to Sindaco,
ti invito a partecipare il giorno 14 gennaio 2019 alle ore 17 presso la Casa Comunale di Poggiorsini all’incontro per decidere le forme, i tempi e i modi della mobilitazione per contrastare gli effetti gravissimi che le scelte istituzionali e politiche sui consorzi di bonifica stanno determinando in vaste aree della Puglia.
Come sindaci e rappresentanti dei nostri comuni, abbiamo partecipato nei mesi scorsi una serie di riunioni e assemblee su invito del Movimento Riscatto e del Tavolo Verde Puglia (in cui hanno partecipato diverse realtà associative e sindacali). Forte, in tutte le circostanze, è stata la denuncia dello stato grave di crisi economica delle nostre aziende agricole e, conseguentemente, delle famiglie rurali che non sopportano ulteriori sacrifici.
Mentre abbiamo preso atto che in maniera crescente viene riconosciuto nelle sedi legali il principio per cui i contributi economici ai consorzi sono dovuti a fronte di benefici reali erogati, insieme abbiamo definito nelle assemblee e nel confronto pubblico le proposte che riassumo sinteticamente: l’acqua resti sotto il controllo degli agricoltori, sospensione delle cartelle e dei pagamenti, riforma dei consorzi nella direzione di fornire servizi efficienti a fronte delle richieste di contributi, riformulazione della platea dei contribuenti in funzione dei servizi reali e/o dei benefici che vengono forniti, insieme all’azione di riforma del funzionamento dei consorzi sia messa in campo una loro reale democratizzazione assicurandone ai cittadini, agli agricoltori ed alle comunità il controllo ed il governo e rompendo le pratiche di commistione fra politica, organizzazioni di categoria e apparato burocratico che hanno prodotto i guasti e i fallimenti sotto i nostri occhi .
Nell’ultima assemblea pubblica tenuta nel Comune di San Donaci (BR) è stata lanciata la proposta di tenere fra la fine di Gennaio e i primi di febbraio una manifestazione unitaria per chiedere una svolta sulla vicenda dei Consorzi di Bonifica sulla base delle richieste che ho sopra riassunto.
Una manifestazione che sappia coinvolgere le comunità oltre i colori politici e sindacali e che chieda risposte sia alla Regione Puglia, sia al Parlamento e Governo Nazionale per le rispettive responsabilità di dover attuare una seria, trasparente ed efficace azione di Riforma, compiendo, intando un primo atto: la sospensione delle cartelle di pagamento e delle procedure esecutive che stanno colpendo con atti coattivi aziende e famiglie già in crisi.
Per discutere dei tempi, dei modi della manifestazione, dunque, ti invito a incontrarci il 14 alle ore 17 presso il Comune di Poggiorsini, invito che ti giro anche a nome della Rete dei Municipi Rurali (Associazione che coinvolge Comuni, Associazioni, Imprese e cittadini) che si è già distinta durante la mobilitazione contro il provvedimento sull’IMU agricola e che ha già visto coinvolti tanti di noi in una importante e positiva esperienza di collaborazione fra istituzioni di territorio e realtà sociali.
Augurandoti buon lavoro, attendo la conferma della tua partecipazione o di un tuo delegato che ti prego di inviare via mail a protocollo@comune.poggiorsini.it oppure contattandomi direttamente.

Michele Armienti
Sindaco di Poggiorsini

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi