Migranti e Agricoltura, oggi Gianni Fabbris da Casa Sankara (Foggia) lancia la petizione per una commissione di inchiesta Ue

Oggi Gianni Fabbris, candidato alle elezioni europee nella lista “la sinistra” sarà a Casa Sankara (ore 16-17 San Severo, Foggia) con migranti, braccianti, agricoltori e contadini per lanciare la petizione internazionale sul lato oscuro dell’agricoltura in Italia. “L’Europa accerti le responsabilità istituzionali per la barbarie dei ghetti durante le grandi campagne di raccolta dell’ortofrutta italiana e quella dei caporali che sfruttano i braccianti (italiani e non)”, dice Gianni Fabbris.
Gianni Fabbris già due anni fa si è recato a Casa Sankara come presidente di Altragricoltura durante la mobilitazione del 17 aprile (giornata mondiale di lotta contadina). “Oggi ci torno da candidato al Parlamento Europeo insieme a Nicola Capuano , ad Yvan Sagnet e Mbaye Ndaye”. Casa Sankara si trova a San Severo SS 16, km 657,300. Fabbris parte da una considerazione del tutto evidente, quanto ignorata dal mondo politico e istituzionale. “Se c’è un evento assolutamente prevedibile sono le raccolte dell’ortofrutta. E quindi è del tutto incomprensibile come ogni volta migliaia di migranti, i cui spostamenti seguono proprio i cicli di raccolta, vengono costretti in ghetti degradanti e pericolosi”. Ultimamente, la morte di un migrante a Borgo Mezzanone ha riproposto il dramma di questi veri e propri lager. “E ogni volta la politica è li a ripetere la stessa stanca litania di slogan e frasi fatte”, aggiunge.

“Alla Felandina (Bernalda) siamo all’assurdo della speculazione elettorale per i primi titoli dei mass media. Ma davvero il punto è emettere ordinanze di sgombero per la comprensibile precarietà sanitaria e non creare le condizioni, di concerto con le altre istituzioni per una accoglienza secondo gli standard minimi indicati dalle organizzazioni internazionali di assistenza?”, si domanda Fabbris. “Vale appena il caso di far notare come alla Felandina i migranti sono presenti con tanto di permesso di soggiorno. E quindi con tutti i titoli a non essere considerati cittadini di serie B. Non solo, si tratta di persone il cui lavoro è vitale per l’economia del territorio e della comunità”. Fabbris, infine, ricorda che al sindaco di Bernalda nei mesi scorsi sono state avanzate da molte associazioni, tra cui Altragricoltura, numerose richieste al fine di provvedere almeno alla fornitura di acqua e servizi igienici. Richieste rimaste tali. “A questo punto – conclude Fabbris – qual è la sua proposta? Che cosa intende fare per questa emergenza umanitaria?”

Grandine. Convocato lo stato di mobilitazione nelle aree rurali di Puglia e Basilicata.

Comunicato Stampa

Convocato lo stato di mobilitazione nelle aree rurali di Puglia e Basilicata
colpite dalla grandinata di questi giorni

“Questa volta non potrà accadere quello che accade da troppo tempo – scrivono congiuntamente il Comitato per la difesa delle Terre Joniche, il movimento Riscatto, Altragricoltura e la Rete dei municipi rurali – le aziende sono devastate. No all’elemosina dopo 7/8 anni. Servono misure vere e la riforma della inutile legge 102/2004”

Convocata assemblea per coordinare le iniziative a tutela delle aziende colpite dalla grandine di queste ore.

Comunicato stampa

Come annunciato nelle prime ore di questa mattina, 13 maggio 2019, si è tenuto l’incontro a Metaponto fra i componenti dei direttivi di: Altragricoltura Basilicata, LiberiAgricoltori Basilicata, Comitato per la difesa delle TerreJoniche, Movimento Riscatto e rete dei Municipi Rurali di Basilicata e Puglia per valutare la situazione nelle campagne lucane e pugliesi colpite dall’eccezionale grandinata delle ore precedenti.

Le associazioni hanno convenuto di mettere in campo la più efficace iniziativa di tutela delle aziende e delle comunità rurali colpite in un momento così delicato per le produzioni. Interi raccolti di ortofrutta pregiata sono stati compromessi in una fascia che va dai comuni di Tursi/ Rotondella/ Nova Siri fino alle aree della provincia di Taranto e Bari.

La valutazione dei prossimi giorni dirà se, oltre le colture in campo persi i danni alle strutture arboree (vigneti e impianti frutticoli in particolare) saranno tali da dare un colpo decisivo alla già compromessa agricoltura dell’area.

Incontro pubblico ad Altamura sui Consorzi di Bonifica. I comuni annunciano battaglia.

Comunicato stampa

Il Movimento Riscatto, la rete dei Municipi Rurali, Altragricoltura, LiberiAgricoltori e i Sindaci di Altamura, Spinazzola, Minervino Murge, Santeramo, Gravina in Puglia e Poggiorsini, invitano all’incontro c/o la Sala della Giunta del Comune di Altamura, il 14 maggio 2019 alle ore 18:30, per affrontare gli effetti della gestione dei Consorzi di Bonifica che sta colpendo le aziende agricole e zootecniche del territorio.

L’iniziativa viene, dopo che in un incontro tenuto il 26 marzo scorso, sempre nella Sala di Giunta del Comune di Altamura, è stato predisposto un documento su cui, insieme associazioni proponenti e i sindaci, si impegnarono ad operare.

Durante l’incontro verrà data lettura del dispositivo delle delibere che i comuni stanno adottando e che nei prossimi giorni saranno inviate alla Giunta regionale di Puglia, ai consiglieri regionali, al Governo nazionale ed ai parlamentari tutti.

Nuova grandinata nell’arco Jonico. Ci riorganizziamo per dare sostegno al comparto agricolo

Comunicato Stampa

Terrejoniche, Movimento Riscatto e Altragricoltura in soccorso di contadini e agricoltori che hanno perso il raccolto dopo la grandinata di ieri nell’Arco Jonico. “Stato di agitazione e prime azioni per la tutela degli interessi delle aziende del territorio”

“Ci siamo di nuovo, una terribile grandinata ha devastato i raccolti dell’Arco Jonico di Puglia e Basilicata. Ancora una volta le aziende sono in ginocchio. Prepariamoci alla mobilitazione perché non sono più possibili ritardi, sottovalutazioni e prese in giro. Sono anni che chiediamo misure straordinarie e un piano organico per gestire e prevenire gli effetti dei cambiamenti climatici e della mancanza di gestione e tutela del territorio come dimostra la incapacità dei consorzi di bonifica ridotti ormai a carrozzoni mangiasoldi”.

Oggi 13 maggio 2019 è stata convocata una prima riunione a Metaponto nell’area di servizio IP (alla fine della SS 407 Basentana a ridosso dello svincolo con la SS 106).
“Decideremo lo stato di agitazione e avvieremo le attività per la tutela degli interessi delle aziende del territorio”.

Terre Joniche, Movimento Riscatto, Altragricoltura

Il Movimento per la Sovranità Alimentare presenta le proposte e invita al voto per le Europee

ALTRAGRICOLTURA e MOVIMENTO RISCATTO

indicono una Conferenza Stampa per presentare le proposte politiche in occasione delle Elezioni Europee e l’appello al voto per i candidati nella lista “La Sinistra”.

ROMA, CITTA’ DELL’ALTRA ECONOMIA- 6 MAGGIO 2019 ORE 11

Comunicato stampa

“Come i contadini rivoltano le zolle per preparare la semina, così il 26 maggio rivoltiamo la politica e l’Europa per riprenderci la speranza”.

“La Sovranità Alimentare è il diritto di tutti i popoli di determinare il proprio modello di produzione, distribuzione e consumo del cibo ed è un diritto universale dal valore profondamente democratico e inclusivo, per questo è il contrario del Sovranismo che si fonda sulla paura e l’autarchia”, scrive Gianni Fabbris presidente nazionale di Altragricoltura nel documento delle proposte e candidato nella lista “la sinistra” per la circoscrizione del Sud. “E’ sui principi della Sovranità Alimentare, vera alternativa al modello della crisi che sta colpendo profondamente le aree rurali italiane e minando il diritto al cibo e ad un territorio ecologicamente compatibile, vanno rifondate la Politica della Pesca e la Politica Agricola Nazionale ed Europea”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi