“Perché il sole torni a splendere”, l’augurio per il 2015 di Terrejoniche.

Amici/ amiche care,
immagino che di messaggi di Auguri ne avrete già ricevuti tanti, ma spero che anche i nostri vi siano graditi.
Qualunque sia il vostro obiettivo per l’Anno Nuovo:
cambiare lavoro, trovandone uno che finalmente vi appaghi,
scoprire la vostra strada su questa Terra, riuscendo a dare il vostro prezioso contributo agli altri,
superare una fase di crisi personale e/o lavorativa,
raggiungere l’indipendenza economica e l’autonomia,
oltrepassare i vostri limiti e mettere finalmente a frutto le vostre potenzialità e competenze…
Qualunque sia il vostro sogno…
vi invito a seguire queste incoraggianti parole di un grande personaggio dei nostri tempi, Papa Francesco:
“Non lasciatevi scoraggiare dai perdenti o dai paurosi che vogliono togliere il sogno, che vi vogliono rinchiudere nelle loro mentalità buie invece di lasciarvi volare nella luce della speranza.
Per favore: non cadete nella mediocrità! In quella mediocrità che abbassa, che fa una cosa grigia…
Ma la vita non è grigia, la vita è per scommetterla, per grandi ideali, per grandi cose.
Sappiate che la negatività è contagiosa, ma anche la positività è contagiosa. La disperazione è contagiosa, ma anche la gioia è contagiosa. Non seguite persone negative, ma continuate ad irradiare intorno a voi luce e speranza.
E sapete: la speranza non delude, non delude mai!”
La strada che abbiamo deciso di intraprendere, ognuno nei territori di competenza non è certo facile ma abbiamo deciso d’imboccarla e nonostante le mille difficoltà, lo sconforto di non poter in tempo breve soddisfare i bisogni delle nostre comunità sofferenti..continuiamo…anche adesso che la sfida si fa più dura, più complessa e ci chiede unione e sicuramente sacrifici per la costituzione di una rete nazionale.
La storia, come dice la mia amica Francesca, è una questione di volontà; la vita è una questione di volontà! Di ragione e sentimento, di aspirazioni comuni, unità e lotta.
Vince chi trova la forza, che poi viene dalla volontà, di unire e credere che sia possibile.
Quando da un sopruso nasce la reazione di una volontà comune, nascono individualità cariche di passione che creano e animano un popolo. E, di fronte ad un popolo che unisce le volontà in un’unica aspirazione e in un’unica lotta, non esiste istituzione o governo che possa reggere.”
In vista di tutto questo dunque la sfida sarà superare i nostri individualismi e trovare insieme la strada per il bene comune.
Per darci la spinta e la forza di perseverare ho deciso di regalarvi questo video trovato nei miei continui aggiornamenti e promosso dalle associazioni ”SocialEyes”, “La fabbrica delle idee”, “Made in Carrara” e “Sei di Carrara se…” i cui fondi verranno raccolti dall’associazione ‘Sei di Carrara se…’ e interamente devoluti alle famiglie colpite dall’alluvione.
E’ l’alluvione vista con gli occhi dei bambini. Quella che non dovremo mai dimenticare e che sarà motivo per continuare a lottare insieme affinchè tutto questo non avvenga….MaiPiù….
Nei loro racconti c’è tutta la tragicità dell’evento ma anche il desiderio di andare oltre.
C’è la pioggia incessante, l’acqua che sale e invade le case svegliando gli abitanti con il suo carico di melma e di paura, i soccorsi in gommone: ricordi che non sfuggono ai più piccoli, costretti a capire in un attimo come le loro abitazioni da luoghi intimi, caldi e sicuri possano diventare luoghi violati da cui fuggire.
E poi c’è il dopo: la felicità per aver portato in salvo anche il compagno di giochi a quattro zampe, l’ospitalità degli amici, il conto dei danni. Tutto narrato con semplicità e senza lacrime, perché i bambini già vedono un raggio di sole.
Buon Anno, amici miei, e che il nuovo anno possa portarvi serenità, soddisfazioni e tanti momenti da passare con chi vi vuole bene e da ricordare. Buon Anno!

Comitato TerreJoniche

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi